L'ultima sfida di un CR Crusher "speciale"

Lek-Sloopwerken, fondata nel 2009 da Peter de Korte e Maarten Lek, è un’azienda di “demolizione sostenibile” a 30 km da Utrecht (Paesi Bassi), molto richiesta per i progetti più complessi.

A ottobre l’azienda ha dovuto affrontare una demolizione di un ponte autostradale in cemento armato di ben 2.000 m3 di materiale, da completare in 48 ore.

 

Il tempo è oro in questo tipo di progetti e dove la velocità di esecuzione è essenziale spesso si prediligono le macchine MBI, per ottenere un ottimo risultato con una buona velocità di lavoro.

In questo caso la scelta è ricaduta su una macchina speciale, creata in esclusiva per il cliente per garantire le prestazioni richieste: il Crusher CR140R, una pinza demolitrice da 140 ton specializzata nelle demolizione più impegnative di cemento armato.

La pinza CR è stata ideata per la demolizione primaria del cemento armato, anche su applicazioni a braccio lungo, dotata di rotazione idraulica, doppi potenti cilindri, sistema a doppio perno centrale e taglienti per barre di rinforzo metalliche, è il titano della demolizione del calcestruzzo.

In questo caso l’uso di martelli pneumatici è stato escluso a causa del rumore, essendo vicino a un centro abitato, ed è in queste situazioni che si rendono necessarie attrezzature moderne per demolizione silenziose, tra cui il massiccio CR140 MBI, montato per l’occasione su un escavatore Liebherr 974.

La missione è stata completata nei tempi previsti ed il Cusher Mantovanibenne può riposarsi in attesa della prossima, grande, impresa.

Guarda il trailer del sito di demolizione